top of page
ppPrancheta 19.png

insonnia

non riesco a dormire

ppAtivo 90.png

Un problema che accompagna spesso altri problemi psicologici è quello delle alterazioni della quantità o della qualità del sonno. A volte si dorme poco perché non si riesce a addormentarsi. Oppure può accadere di risvegliarsi nel pieno della notte o alla mattina presto e non riuscire più a prendere sonno.

Spesso non si riesce a dormire perché ci si sente tesi o “attivati”; la mente è assorta nelle preoccupazioni alla ricerca di soluzioni per problemi irrisolti, oppure produce fantasie e immagini mentali nefaste in cui ci si vede sopraffatti dalle difficoltà.

In genere chi incontra questi problemi avrebbe proprio bisogno di sonno perché durante la giornata si sente molto stanco e impegnato; così, si impone di dormire. Questo genere di autoimposizioni non fa che ritardare l’addormentamento.

 

Può anche accadere che le ore trascorse dormendo non siano oggettivamente poche ma che, ciò nonostante, il sonno non ristori: quando alla mattina ci si sveglia,

basta pensare di avere di fronte a sé una giornata intera per sentirsi stanchi con il bisogno di restare a letto.

Inoltre, a disturbare la qualità del sonno, possono contribuire certi brutti sogni che sembrano andare a rimestare in certe zone torbide della nostra mente.

bottom of page