top of page
ppPrancheta 14.png

depressione

sono un fallimento totale

ppAtivo 85.png

La tristezza è una delle principali emozioni che si provano in seguito alla constatazione di un insuccesso o di una perdita. La tristezza è quasi sempre presente quando si è affetti da una malattia o da un problema psicologico importanti, sia pure con gradazioni e sfumature diverse.

Diventa in sé un problema nella sindrome depressiva, quando si associa a perdita di interesse per ogni cosa, incapacità di godere di alcunché, mancanza di energie, rinuncia a partecipare a qualsiasi attività, abbandono di ogni progetto per il futuro, desiderio di morire, senso di colpa ingiustificato. La capacità di concentrarsi, pensare e lavorare viene meno lasciando il posto all’inattività e all’apatia o a una sterile irrequietezza. Le persone depresse si sentono sole nel loro dolore; l’aiuto altrui può risultare inefficace e persino acuire la sensazione di impotenza e isolamento. Il futuro sembra non poter riservare niente di buono. I sentimenti di disperazione sembrano paralizzare completamente. Il sonno, l’alimentazione e la sessualità perdono la capacità di gratificare e si deteriorano.

La mente di una persona depressa è quasi costantemente alle prese con pensieri di autosvalutazione, colpa, autoaccusa, indegnità ed ogni tentativo di ridimensionare i motivi di tristezza o di alimentare un po’ di ottimismo sembrano infrangersi contro un muro incrollabile.

Lo stato di depressione è così doloroso che spesso le persone depresse tentano di togliersi la vita per porvi fine definitivamente. Anche quando non c’è il rischio di un gesto così estremo la depressione può minacciare seriamente la prosecuzione di relazioni affettive importanti, il lavoro, un corso di studi e ogni altro progetto significativo.

bottom of page