top of page
ppPrancheta 20.png

fobia

ho il terrore di...

ppAtivo 91.png

Una fobia è una paura intensa e persistente di un certo tipo di situazioni, attività, animali o oggetti accompagnata da:

- reazioni intense di ansia in previsione di un incontro con l'oggetto della fobia o in sua effettiva presenza;

- tentativi di evitare l'oggetto della fobia;

- la paura e i tentativi de evitare le situazioni temute devono diventare un motivo di grave sofferenza, creando anche difficoltà e conflitti in famiglia, a scuola, sul lavoro o in altri contesti importanti della vita quotidiana.

Spesso la fobia è proprio la conseguenza di un attacco di panico. Chi ha provato questa forma di terrore spesso descrive il panico come una delle più brutte esperienze della propria vita e nel tentativo di evitare assolutamente che la cosa si ripeta, incomincia a temere ed a evitare le situazioni in cui l'attacco si è presentato o, secondo le proprie previsioni, si potrebbe presentare. Alcune fobie sono:

- Sentirmi male in un posto insicuro

(agorafobia).

- Avere a che fare con altre persone

(fobia sociale).

- Stare lontano da casa, da mamma e papà

(ansia da separazione).

- Terrore di oggetti, animali, persone o luoghi ben definito

(fobia specifica).

Spesso la fobia compare dopo aver avuto un attacco di panico inaspettato in un certo luogo o in una certa situazione, che poi cominceranno a essere temuti ed evitati.

 

Chi ha avuto il primo attacco di panico in un supermercato, per esempio, può sviluppare una fobia per i negozi. Altre volte la fobia si sviluppa in seguito a un'esperienza traumatica connessa all'oggetto della fobia: chi è stato morso da una cane, per esempio, può sviluppare una fobia dei cani. Ma altre volte basta assistere alle manifestazioni di terrore di qualcun altro o a racconti e descrizioni impressionanti.

bottom of page